Home > Vmware - Virtualizzazione > Espandere i volumi dei dischi vmdk in vmware esx 3.0-3.5 U2

Espandere i volumi dei dischi vmdk in vmware esx 3.0-3.5 U2

Espandere i volumi dei dischi vmdk in vmware esx 3.0-3.5 U2

logo-vmware,E-U-3126-3Fino alla versione di esx 3.5 update 2 non vi è la possibilità di espandere o modificare la dimensione dei volumi dei dischi virtuali vmdk a Virtual machine  accesa (occorre avere la versione esx-esxi 3.5 update 3 o successive).
In questo post illustrerò, a mio avviso, la procedura per fare questa operazione  nel modo più veloce e sicura però sempre a vm spenta.
Prima di fare questo tipo di operazioni effettuare sempre un backup/copia della VM.!!
Dobbiamo anzitutto, procurarci un software per espandere e manipolare le partizioni e i file systems e consiglio caldamente di utilizzare GParted, una live basata su GNU/linux con licenza GPL, scaricando dal sito l’immagine .iso e tramite scp (es. winscp) spostarla su uno storage raggiungibile dalla VM.
Per prima cosa spegnere la VM e collegarsi via ssh (es. putty) all’host esx e portarsi nel direttorio di storage che contiene i file dei volumi della VM, che si vuole espandere e identificare il file .vmdk
es:

cd /vmfs/volumes/storage1/serverdati/serverdati.vmdk

Ora vogliamo aumentare l’attuale dimensione di 15 GB del file serverdati.vmdk ad 150 GB
Per fare questo si utilizza il comando “vmkfstools” come segue:

vmkfstools -X 150G serverdati.vmdk

NB : il parametro che il comando richiede (150G) è la nuova dimensione finale del volume vmdk non l’incremento voluto.
Il file vmdk risulta di 150GB ma fisicamente lo spazio su disco non è ancora allocato; dobbiamo quindi intervenire per assegnarlo a livello di file system.
Collegarsi tramite la VMware Virtual Infrastructure Client all’host esx,  selezionare la VM in questione e cliccare su “edit settings” poi dal menù “Hardware” selezionare “CD/DVD drive” e impostare “Datastore ISO file”.
Dal tasto “browse” cercare e selezionare l’immagine iso di gparted precedentemente scaricata.
Ovviamente il cd/dvd drive deve essere connesso in fase di boot della VM.

vmdk01

Avviate ora la VM che dovrebbe partire lanciando l’iso di Gparted caricata dal cd/dvd (se così non fosse entrate nel bios della VM con F2 e impostare il boot da cd).

gparted01

Una volta avviato GParted occorre selezionare il volume (1) e tramite il tasto “Ridimesiona/Sposta” (2) si apre una finestra che permette il ridimensionamento del volume fino alla nuova quota (3):

gparted02

Cliccare poi su “Apply” per confermare l’operazione:

gparted03

Il volume verrà espanso fino a 150 GB.
Riavviare la VM rimuovendo dal CD/DVD l’immagine iso di gparted.
A riavvio effettuato la nostra VM dell’esempio, che è una macchina windows, farà partire il check disk e una volta terminato avvierà il sistema operativo, ma dato che parliamo di windows si dovrà effettuare un’ulteriore reboot perchè venga riconosciuta definitivamente  la nuova dimensione del volume.

Espandere i volumi dei dischi vmdk in vmware esx-i 3.5 U3 e successivi

logo-vmware,E-U-3126-3Fino alla versione vmware esx/esxi 3.5 update 2 , poteva effettuarsi però solo a macchina virtuale spenta.
Con l’avvento del upgrade 3 le cose sono notevolmente cambiate ed è possibile effettuare l’espansione dei volumi virtuali, anche di sistema, di una VM in esecuzione (!!!!!) in maniera davvero facile e veloce.
Questa procedura è fattibile, oltre che ad avere la versione esx/esxi 3.5 U3, combinandola con l’uso dell’utility ExtPart della Dell.
Per prima cosa occorre scaricarsi extpart e salvarla sul disco della VM, di cui si intende modificare la dimensione del volume.
Per seconda collegarsi, tramite alla VMware Virtual Infrastructure Client, all’ host esx/esxi su cui è configurata la nostra VM,  selezionarla e cliccare su “edit settings”.
Nel primo tab “Hardware” selezionare la periferica del disco fisso e a destra della finestra avrete una voce denominata “Disk Provision” in cui sarà presente la quota del hard disk e la possibilità di incrementare la dimensione del volume. (vedi figura sotto).

vmware - harddisk

Nell’esempio il volume del virtual disk è di 8GB e vogliamo portarlo a 10GB quindi incrementeremo la “provisioned size” da 8 a 10GB.
Collegandosi  infatti alla VM   e controllando i volumi ,visibili dal menù della “gestione disco”, si vedrà che lo spazio incrementato è già immediatamente disponibile ma chiaramente ancora non allocato nel file system.
gestione disco 1

Ora per l’incremento finale del volume lanciare l’utility Extpart , salvata precedentemente sulla VM, che aprirà un prompt dos in cui occorre digitare la lettera del volume che si desidere espandere, nell’esempio c: (partizione di sistema), e definire in MB l’incremento voluto, nell’esempio 2048 MB per portare la dimensione del volume dagli 8GB iniziali ai 10GB finali.

extpart

Bene fatta questa velocissima operazione tornare nella gestione disco della VM e lanciare l’analisi dei dischi:

gestione disco 2

Et voilà!

gestione disco 3

Il disco, ripeto di sistema, ora è stato espanso alla dimensione voluta a macchina virtuale in esecuzione il tutto impiegando si e no 10 minuti…non male vero??!!

Share

Vmware - Virtualizzazione

  1. Nessun commento ancora...