Archivio

Posts Tagged ‘vmware esxi e openfiler’

Virtual Infrastructure gratuita con vmware esxi e openfiler

11 Ottobre 2009

Virtual Infrastructure gratuita con vmware esxi e openfiler

esxi-openfilerClamorosamente quasi un annetto fa vmware rilasciò gratuitamente il suo nuovo hypervisor esxi (qui trovare il datasheet) che permette di mettere in piedi vera e propria una virtual infrastructure accollandovi ovviamente solo il costo dell’hardware.
Occorre controllare che il vostro server sia elencato sulla HCL (hardware compatibility list) di vmware esxi e il gioco è fatto.
Non starò qui a descrivere l’installazione di esxi perché è davvero semplicissima e in rete  si trovano infinite guide a riguardo ben fatte.
In questo post spiegherò come realizzare con vmware esxi, come hypervisor, e openfiler come iscsi san, una eccellente infrastruttura virtuale gratuita.
Diamo per scontato di avere già pronti all’uso un sistema esxi e un sistema openfiler.(vedere i miei post precedenti sull’installazione openfiler).
Configuriamo in primis Openfiler per farlo diventare un “Target iSCSI” a cui successivamente collegheremo vmware esxi.
Step 1 – Network access configuration
Per prima logatevi e andate nel menù System-Network Access Configuration e aggiungete l’indirizzo ip, la netmask del vostro host esxi con l’opzione “share”; in questo modo esxi avrà accesso ad openfiler.
openfiler - network access configuration
Step 2 – Creare un nuovo volume fisico
Ora occorre creare un nuovo volume fisico: per farlo andare nel menù Volumes e selezionare Block devices.
openfiler - volumes block device
Selezionare “Edit disk” nel hard disk in cui si vuole creare il volume fisico, assegnandogli lo spazio desiderato e definendolo come “primario”.
openfiler - edit disk

Dopo aver creato un volume fisico, in cui è stato configurato l’hd in uso e la dimensione, occorre destinarlo ad un “volume group” che va successivamente creato.
Step 3 . Creazione di un nuovo Volume group
Bisogna ora creare un “volume group” che contenga il volume fisico appena creato.
Dal menù “volumes” selezionare “volumes group”  poi “create a new volumes group” e infine una volta aggiunto il nome del gruppo, nel mio caso “storage” su un volume di  720GB, selezionare il volume fisico associato e cliccare su “add volume group” ed ecco il risultato:
openfiler - create volume group

Step 4 – Creazione del volume iSCSI

Selezionare il volume, nel mio caso “storage” e cliccare sul bottone “change” e vi troverete a dover impostare il nome del volume, nel mio caso “sandisk2″, allocare lo spazio disco e (nel mio caso ho utilizzato l’intera capacità del volume) e infine per il tipo di file system scegliere iscsi e cliccare sul tasto “create”. Il risultato sarà come mostrato in figura sotto:
openfiler - create volume

Step 5 – Abilitare il servizio iSCSI Target.
Su openfiler di default il servizio “iscsi target” è disabilitato, occorre quindi abilitarlo per permettere all’host esx/esxi di potersi collegare alla nostra san openfiler.
Andare nel menù “services” e abilitarlo (vedi figura sotto):

openfiler - enable iscsi target

Step 6 – Aggiungere un “Target iSCSI”

Tornare nel menù “volumes” e nel menù di destra cliccare su “iscsi targets” e poi su “Target configuration”; io ho ultizzato il defautl IQN che genera Openfiler dopodichè cliccare sul tasto”Add”.
openfiler - add iscsi

Step 7 – Map the LUN

Lun è l’acronimo di Logical Unit Number e openfiler assegna allo storage iscsi un unità logica univoca che esx possa riconoscere ed aggiungere.
Sezionate nel menù “lun mapping” lo scsi target e cliccate sul tasto “map”:
openfiler  -lun mapping

Step 8 – Permettere l’accesso al “Target iscsi”:

Sempre nello stesso menù cliccare sul tab “Network ACL” e troverete la lista dei vostri host a cui permettere l’accesso al lun iscsi cliccando su “allow” (di default sono “deny”) e successivamente sul tasto “update”.
openfiler - acl

Bene ora abbiamo abilitato i lun iscsi per essere utilizzati come storage dall’host o hosts esxi e abbiamo concluso la configurazione di openfiler!!!

Step 9 –  Configurare iSCSI inVmware esxi
Occore adesso aggiungere in vmware esxi un nuovo virtual switch dedicato al traffico iscsi, quindi aprite il VMware Virtual Infrastructure Client del vostro esxi e selezionate il tab “configuration” (1)  poi in “networking” (2) e cliccare su “add Networking” (3) e nella finestra che vi si presenta selezionare come tipo di connessione “VMkernel” (4) per aggiungere uno virtual switch da utilizzare per il traffico iscsi. Infine cliccare su next (5).
vmware - vkernel

Ora date un nome al vostro virtual switch iscsi e un indirizzo ip e scegliere se utilizzare uno nuovo vswitch o agganciarsi ad uno esistente (l’ideale sarebbe creare una vlan su uno switch fisico dedicata solo al traffico iscsi a cui collegare lo switch virtuale tramite scheda di rete fisica dell’host).
vmware - vswitch

Ecco il risultato ottenuto:
vmware - networking
Adesso occorre configurare il virtual switch iscsi per aggiungere la connessione LUN ad openfiler, quindi sempre dal menù” configuration” selezionare la voce del menù a sinistra nominata “storage adapter” e selezionare il vostro iscsi adapter e cliccate su “properties”.
vmware - iscsi setup

vmware - prop

Di default la connessione iscsi è disabilitata quindi occorre abilitarla cliccando sul tasto “configure” e spuntando il flag “enable”.

vmware - iscsi enable

Vedrete ora popolarsi i parametri dell’iscsi come da figura sotto:

vmware - iscsi pop

Successivamente bisogna aggiungere l’indirizzo ip della san openfiler.
Dal tab “Dynamic discover” poi su “add” e infine aggiungere l’ip dell’iscsi server.

vmware - add ip

Infine vi verrà richiesto una scansione degli storage adapters in modo da aggiungere il nuovo storage iscsi.

vmware - yes!

La procedura è terminata ora troverete lo storage iscsi aggiunto nella lista dei datastore.

vmware - iscsi end

Bene abbiamo appena ottenuto una Virtual Infrasctructure gratuita e di livello enterprise!!!!
Ora potete creare le vostre macchine virtuali salvandole sullo storage iscsi, fornito dall’ottimo openfiler, e se aggiungete alla virtual infrasctructure un altro host esxi potete condividere lo storage iscsi e implementare una struttura in alta affidabilità.

bye :)

Share

Vmware - Virtualizzazione